La Summer School Südtirol è un’iniziativa internazionale, locale ed interdisciplinare. Si propone di far convergere le conoscenze di tanti individui sulle questioni fondamentali del nostro tempo e di utilizzarle per avviare un processo sociale di confronto.

Maxi Obexer Direzione
Maria Christina Hilber Coordinamento 2018

Christine Helfer PR

Greta Maria Pichler Assistenza

summerschoolsuedtirol@gmail.com
+39 377 444 3535

Migrazioni. Del principio fondamentale della vita

03. — 08.09.2017

Le migrazioni sono state e rappresentano tutt’oggi il presupposto fondamentale per l’esistenza degli animali, degli esseri umani e delle piante. Il concetto di migrazione è presente in astronomia, in chimica, in geologia e in biologia. Poiché ogni cosa è in movimento. Materia, concetti, pensieri. La terza Summer School Südtirol intende indagare più in profondità il concetto di migrazione, troppo spesso declinato in senso negativo.

Programma

03.09.2017

Apertura

LETTURA E PERFORMANCE

Luogo

Castel Velturno, via Paese 1, Velturno

Ora

18 Uhr

04.09.2017

Migrazioni: Di animali 
e uomini

FORUM

La rappresentazione dell’essere umano come essere intelligente si basa sulla caratterizzazione degli animali come esseri deficitari. In questo modo lo spirito umano, forte della sua unicità, ha potuto giustificare la propria supremazia sugli altri animali. Ma quanto ci ha resi ciechi questa credenza nella superiorità dell’uomo rispetto alle innumerevoli connessioni esistenti tra noi e gli altri animali? Siamo sufficientemente intelligenti per capire l’intelligenza degli animali?

Con

Josef H. Reichholf, Ornithologe und Autor u.a. des Buches: Ornis. Das Leben der Vögel Gabriela Kompatscher – Gufler, Institut für Sprachen und Literaturen Universität Innsbruck, Schwerpunkt Human-Animal Studies „Über die Beziehung von Menschen und Tieren“

Ecologisti altoatesini si presentano

Michael Oberhollenzer (ehem. Obmann Bioland), Markus Lobis „Die Schule des Wandels“, Südtiroler Bäuerinnen „Soziale Landwirtschaft“

Moderazione

Christine Helfer

Luogo

Castel Velturno, via Paese 1, Velturno

Ora

18 Uhr

05.09.2017

Migrazioni: Dall’Italia 
all’Alto Adige

FORUM

Quale significato attribuiamo all’esperienza vissuta dagli immigrati? Quale valore accordiamo alla loro conoscenza per il processo di crescita di una comunità? La seconda giornata del forum è dedicata all’immigrazione italiana in Alto Adige. Quanta visibilità è data al periodo in cui i lavoratori italiani migravano verso Bolzano e quanto si parla di questa storia? Come giunsero qui? E quanto si sentono a casa oggi?

Con

Roberta Medda Windischer, Luca Fazzi, Lucio Giudiceandrea, Aldo Mazza

Moderazione

Gabriele Di Luca

Luogo

Castel Velturno, via Paese 1, Velturno

Ora

18 Uhr

06.09.2017

Migrazioni: Di insegnanti 
e difensori dei diritti umani

FORUM

Ognuno di noi serba il ricordo di insegnanti che hanno avuto una parte determinante nello sviluppo della nostra sensibilità e del nostro modo di guardare il mondo e la società. La loro influenza sulle nostre competenze sociali e sulla nostra coscienza civile è grandissima. É noto tuttavia come il ruolo degli insegnanti venga sistematicamente sottovalutato. Vogliamo conoscere il loro mondo, i loro dubbi, i loro successi e le loro sconfitte. Presentiamo diverse personalità il cui impegno sociale e politico costituisce un contributo imprescindibile allo sviluppo di una più solida società civile.

Con

Sabine Czerny, Beatrix Aigner, Veronika Fink, Verena Debiasi

Moderazione

Maxi Obexer, Maria C. Hilber

Luogo

Castel Velturno, via Paese 1, Velturno

Ora

18 Uhr

07.09.2017

Intermezzo

OPEN READING

Luogo

Castel Velturno, via Paese 1, Velturno

Ora

19 Uhr

08.09.2017

Chiusura

Festa della lettura con Ulrike Draesner u.a.

Luogo

Castel Velturno, via Paese 1, Velturno

Ora

19 Uhr

Biografie

Josef H. Reichholf

La rappresentazione dell’essere umano come essere intelligente si basa sulla caratterizzazione degli animali come esseri deficitari. In questo modo lo spirito umano.

Roberta Medda Windischer

La rappresentazione dell’essere umano come essere intelligente si basa sulla caratterizzazione degli animali come esseri deficitari. In questo modo lo spirito umano, forte della sua unicità, ha potuto giustificare la propria supremazia.

Luca Fazzi

La rappresentazione dell’essere umano come essere intelligente si basa sulla caratterizzazione degli animali come esseri deficitari. In questo modo lo spirito umano, forte della sua unicità, ha potuto giustificare la propria supremazia.

Lucio Giudiceandrea

La rappresentazione dell’essere umano come essere intelligente si basa sulla caratterizzazione degli animali come esseri deficitari. In questo modo lo spirito umano.

Aldo Mazza

La rappresentazione dell’essere umano come essere intelligente si basa sulla caratterizzazione degli animali come esseri deficitari. In questo modo lo spirito umano.

Gabriele Di Luca

La rappresentazione dell’essere umano come essere intelligente si basa sulla caratterizzazione degli animali come esseri deficitari. In questo modo lo spirito umano, forte della sua unicità, ha potuto giustificare la propria supremazia.

Partner

Organizzazione
NIDS (Nuovo Istituto per la Scrittura Teatrale )

In collaborazione con
Literatur Lana
Unione Autrici Autori Sudtirolo